Insegnare la religione 2015-2016

Patrocinato dal

Servizio Nazionale CEI per l’Insegnamento della Religione Cattolica

Ufficio CEI Beni Culturali Ecclesiastici

Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo libero, Turismo e Sport

. . . . .

 

Premessa

 

Sono sempre più numerosi gli insegnanti che adoperano l’arte come strumento didattico per l’insegnamento della religione cattolica. Non solo le immagini artistiche e le produzioni in genere di arte visiva (dipinti, fotografie, sculture, etc.) ma le arti in genere, il cinema, il teatro, la musica, la danza, il fumetto, etc. Del resto è nella natura dell’arte e del suo linguaggio la capacità di testimoniare una realtà visibile intrecciata con quella invisibile e rivelare quegli ansiti profondi che tramano la vita dell’uomo e aprono i sensi alla trascendenza. Occorre naturalmente educare lo sguardo, saper vedere e sentire, cogliere i nessi tra la fisicità del linguaggio e lo spirituale che lo connota nel profondo orientato all’oltre. La Chiesa da sempre ha fatto ricorso all’arte per raccontare la fede. La biblia pauperum è stata la via maestro del racconto biblico. Ma come è possibile spiegare le cose invisibili attraverso quelle visibili? Come insegnare religione seguendo un percorso artistico? E nell’ambito del sacro cristiano come riconoscere e raccontare e interpretare i simboli della fede? Come collegare quei simboli alla realtà del nostro tempo e fare della lettura delle opere una opportunità di crescita umana, spirituale, religiosa?

 

Obiettivi e tematiche proposte

 

Il Corso ha come obiettivo base di proporre e indicare itinerari educativi in cui l’arte diventa strumento privilegiato che aiuti nell’Insegnamento della Religione Cattolica. In tale contesto sarà proposta una selezione di opere d’arte come testo-documento, come esegesi pratica e figurativa della Scrittura in relazione ai programmi ministeriali.

 

Metodologia

 

Strettamente legati alle linee contenutistiche sono lo studio e gli approfondimenti tematici: presentazione, osservazione e lettura dell’opera d’arte; passaggio dalla descrizione dell’opera all’interpretazione simbolica; ciò per scoprire gli elementi di significato di cui il testo-arte è portatore (analisi iconografica e interpretazione iconologica). Seguiranno l’analisi del contenuto religioso e l’attraversamento spirituale. Grande attenzione sarà rivolta alla scelta delle opere. Che saranno selezionate e proposte in relazione alle età degli alunni e alla classe di frequenza, in sintonia con i programmi.

 

Destinatari del corso, iscrizioni e certificazione finale

 

Il Corso, patrocinato dal Servizio Nazionale per l’insegnamento della religione cattolica, è aperto agli Insegnanti di Religione Cattolica e a coloro che hanno interesse specifico per l’argomento e in particolare agli allievi degli Istituti Superiori di Scienze Religiose. Il numero massimo di allievi ammessi al corso è 50. Le iscrizioni si potranno effettuare, compilando l’apposito modulo presente sul sito della Scuola entro e non oltre il 20 Novembre 2015. Per l’iscrizione è necessaria la presentazione del certificato di laurea o di un titolo di studio equipollente e/o l’indicazione dell’ufficio professionale esercitato e/o della scuola presso cui si è in servizio o di altri documenti che possano costituire titolo di ammissione. Solo per coloro che hanno già frequentato la Scuola è consentito di non ripresentare la documentazione già esistente in segreteria, che comunque può essere integrata da nuovi titoli. È inoltre necessaria la presentazione dell’attestazione di pagamento della prima e unica rata di € 190,00. Il pagamento andrà effettuato con: – assegno circolare e/o bancario intestato a “Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – Sez. San Luigi”; –bonifico bancario intestato a “Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – Sez. San Luigi”, codice IBAN: IT96Q 03359 01600 100000105514 (dall’estero aggiungere il codice BIC: BCITITMX). Non è consentita altra forma di frequenza ai corsi né è ammessa la frequenza a coloro che non sono regolarmente iscritti. Il corso verrà attivato se sarà raggiunto il minimo di 15 iscrizioni.

 

Durata del corso

 

Il Corso, articolato come sezione e approfondimento specifico della più ampia articolazione e dello stesso programma della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, indirizzo Arte e Teologia per i Beni Culturali, avrà la durata di cinque mesi da novembre a marzo per un totale di 50 ore (4 ECTS). Ai fini della validità dei corsi, per il conseguimento dell’attestato, si richiede la presenza ai 2/3 del numero complessivo delle ore di lezione.

 

Colloquio finale

 

Al termine del corso è previsto un colloquio finale. Il colloquio non è valutativo, mira a considerare le ricadute del corso nella formazione personale. È prevista la redazione facoltativa di un PPT o di una ricerca cartacea.

 

Programma del corso

 

I moduli didattici proposti riguarderanno le seguenti tematiche:

1. Principi di arte e teologia

2. Didattica e pedagogia dell’arte (Leggere e raccontare l’arte e l’architettura)

3. Arte e IRC (esempi didattici, bibliografie, etc.)

4. Didattica dell’archeologia cristiana

5. Iconografia e iconologia cristiane

6. Religione e fede popolare

7. Viaggi e pellegrinaggi nell’AT e NT

8. I linguaggi artistici attuali( arti visive, cinema, teatro, etc. ) e l’IRC

9. I programmi ministeriali e l’IRC

10. Metodologia e didattica dell’IRC

11. Visite guidate

12. Attività laboratoriali (collaborazione ad un progetto CEI promosso dal Servizio Nazionale)

 

Docenti

 

Le lezioni saranno affidate a docenti universitari, in particolare a quelli della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, e ad esperti nelle specifiche discipline.

 

Destinatari

 

Il corso è aperto agli Insegnanti di Religione Cattolica e a coloro che hanno interesse specifico per l’argomento, agli allievi degli Istituti Superiori di Scienze Religiose, agli insegnanti di Storia dell’arte, ai catechisti, giovani che collaborano nelle parrocchie e nelle attività pastorali etc..

 

Sede del corso e orari delle lezioni

 

L’attività didattica avrà inizio con la cerimonia inaugurale, che si terrà nel mese di novembre 2015. Le lezioni proseguiranno fino a marzo 2016. Si svolgeranno presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, Sezione San Luigi (Viale Sant’Ignazio di Loyola, 51 – Napoli), di norma due volte al mese, il venerdì, dalle 15,15 alle 19,15, e il sabato mattina dalle 9.00 alle 12.45. Le lezioni del sabato si terranno nel giorno successivo alle lezioni del venerdì e saranno talora dedicate alle visite guidate.

 

Norme generali di frequenza ai corsi

 

Per quanto non previsto nel presente programma e in particolare per gli aspetti burocratici e di gestione generale della scuola e delle lezioni valgono le norme generali della Scuola di Alta Formazioni di Arte e Teologia, rilevabili su questo sito.

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia