News

31 maggio 2019, ore 15.00 – Tavola rotonda. LE ARTI, L’ARCHITETTURA E LA LITURGIA

Parteciperanno: Andrea Dall’Asta, Giovanni Di Napoli, Giorgio Della Longa, Gregorio Rubino. Coordina Giorgio Agnisola. —

Incontro 31 maggio


17 maggio 2019, ore 15.00 – SEMINARIO: “LE ARTI NELL’ODIERNA EDILIZIA DI CULTO”

Il seminario ha l’obiettivo di fare il punto della situazione sulla presenza dell’arte nelle attuali chiese in relazione alle tendenze della ricerca artistica presente. Nell’ambito del corso Proposte per una nuova architettura sacra (Progettare una chiesa oggi). Interventi del Prof. Arch. Leonardo di Mauro, del Prof. Giorgio Agnisola e dell’Arch. Gaetano Ruocco.

Seminario del 17 maggio 2019

CONVEGNO DEL 30 MARZO, “ARTE E DIALOGO NEL MEDITERRANEO”.

COMUNICATO STAMPA

Si è appena concluso il Convegno “Arte e dialogo nel Mediterraneo” promosso dalla Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, presso il complesso dei Gesuiti di Posillipo, sede della Sezione San Luigi.

Forte la partecipazione, circa 200 i presenti, e di alto spessore gli interventi accademici. Presenti anche il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e il Viceprefetto di Napoli, Giovanna Via.

Un lungo applauso ha accolto l’appassionato intervento del Professore Salvatore Settis: «Proporre il dialogo attraverso l’arte, ancora una volta, non vuol dire immaginare un impossibile mondo senza conflitti, ma vuol dire farci riflettere sulla natura ed estensione del conflitto, ma anche sulla possibilità di affrontarlo con piena umanità, sulla responsabilità di un futuro dove i naufraghi vengano ancora accolti come lo fu a Malta Paolo di Tarso».

ARTE E DIALOGO NEL MEDITERRANEO, Convegno, 30 MARZO 2019

Sono circa 200 gli iscritti al convegno di respiro internazionale “Arte e dialogo nel Mediterraneo” promosso dalla Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, che si svolgerà il prossimo 30 marzo, a Napoli, presso il complesso dei Gesuiti di Posillipo, sede della Sezione San Luigi.

L’inizio è previsto per le 9 e sarà Salvatore Settis, già Direttore della Scuola Superiore Normale di Pisa, ad aprire i lavori dopo i saluti del Condirettore della Scuola, Giorgio Agnisola, del Provinciale dei Gesuiti per Italia, Albania e Malta, padre Gianfranco Matarazzo, e del Preside della Pontifica Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, don Gaetano Castello.

La giornata è stata pensata anche come tappa di preparazione alla due giorni del 20 e 21 giugno, su “La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto del Mediterraneo”, che si svolgerà sempre presso la sezione San Luigi e si concluderà con una relazione del Santo Padre Papa Francesco.

Arte nel MediterraneoSono circa 200 gli iscritti al convegno “Arte e dialogo nel Mediterraneo” promosso dalla Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, che si svolgerà il prossimo 30 marzo, a Napoli, presso il complesso dei Gesuiti di Posillipo, sede della Sezione San Luigi.

«Siamo felici della numerosa adesione – ha dichiarato il Condirettore della Scuola, Giorgio Agnisola – e della possibilità di offrire alla città di Napoli e all’intera Campania un confronto tra voci accademiche internazionali di spessore dedicato al Mediterraneo. Culla di civiltà la cui memoria è giunta fino ai nostri giorni, il Mediterraneo può ancora avere un ruolo centrale nella costruzione del nostro futuro, valorizzandone il ruolo di luogo di dialogo di speranza e di pace».

La giornata – patrocinata dalla Conferenza Episcopale Italiana, dalla Provincia Euro Mediterranea della Compagnia di Gesù Albania-Italia-Malta-Romania, dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli – è stata pensata anche come tappa di preparazione alla due giorni del 20 e 21 giugno, su “La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto del Mediterraneo”, che si svolgerà sempre presso la Sezione San Luigi e si concluderà con una relazione del Santo Padre Papa Francesco.

SECONDO COMUNICATO STAMPA PROGRAMMA COMPLETO IN PDF PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA   |   Primo comunicato stampa

L’inizio è previsto per le 9 e sarà Salvatore Settis, già Direttore della Scuola Superiore Normale di Pisa, ad aprire i lavori dopo i saluti del Condirettore della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, Giorgio Agnisola, e del Provinciale dei Gesuiti per Italia, Albania e Malta, padre Gianfranco Matarazzo e del Preside della Pontifica Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, don Gaetano Castello.

In programma anche il contributo – attraverso video interviste – del sociologo Franco Ferrarotti, Professore Emerito presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, e del filosofo Aldo Masullo, Professore Emerito presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

«Oggi, – scrive Ferrarotti nell’abstract del suo intervento, Mediterraneo – proprio alla luce della lezione storica bisogna rivendicare per il Mediterraneo il diritto di umanità. Ogni essere umano è titolare di un diritto di umanità per cui diventa un essere inviolabile. Negarlo, cacciarlo, tenerlo lontano, costringerlo ad annegare significa violare un diritto fondamentale di umanità. Riscoprire il Mare nostrum come mare umanum». Si intitola invece Mediterraneo, Mare intenso il contributo di Aldo Masullo che nell’abstract annota: «Il Mediterraneo è l’unico luogo dove è sorta una civiltà, quella greca, in cui la scienza è stata perseguita non come strumento pratico ma come vera e propria presa di possesso della verità del mondo. Come se qui lo spirito umano riuscisse a raccogliersi con la massima forza possibile e a cogliere in quella che i greci chiamavano per la prima volta l’intuizione, l’eidos, la visione delle idee a cogliere la verità dell’essere nella sua totalità, inafferrabile razionalmente e tuttavia presente nella storia quotidiana di ciascuno di noi».

La Prima sessione, – alle ore 10.40 – dedicata a “Arte, storia e mito tra le due sponde”, sarà coordinata da Sergio Tanzarella, Pftim, Sezione San Luigi. Interverranno: José Jiménez, Universidad Autónoma di Madrid – Mediterraneo. Il sogno dell’acqua primordiale, Jean-Paul Hernandez SI, Pftim, Sezione San Luigi – Le teologie dello spazio sacro nel Mediterraneo, Giovanni Curatola, Università degli Studi di Udine – Arte islamica in Italia e nel Mediterraneo: materiali artistici, André Vauchez, Università di Paris-Nanterre – Il ruolo dei santuari nelle religioni abrahamiche, Elena Pontiggia, Accademia di Brera e Politecnico di Milano – Lontani e vicini. Esperienze dell’Africa nel Novecento italiano.

Sarà invece Andrea Dall’Asta SI, Direttore della Galleria San Fedele di Milano a coordinare la Seconda sessione – inizio previsto per le 14.30 – dedicata a “Il dialogo possibile”.

Interverranno: Mario Botta, Architetto – L’architettura sacra nella cultura mediterranea, Ismail Taspinar, Direttore dell’Istituto di Scienze Sociali Università di Marmara (TR) – Relations interculturelles dans l’Espace Mediterranéen: exemple de la Turquie, Cristiana Collu, Direttrice della Galleria Nazionale Arte Moderna di Roma – Finis Terrae, Paolo Giulierini, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Napoli – Il MANN centro di cultura del Mediterraneo antico.

In serata, dalle 20.30, presso la presso la Cappella del Tesoro di San Gennaro – Cattedrale di Santa Maria Assunta di Napoli, si svolgerà il concerto dell’Ensamble Vocale di Napoli, a cura di Vincenzo De Gregorio, Preside dell’Istituto pontificio di Musica sacra di Roma.

Ad apertura di convegno, il professor Massimo Santoro, cultore di drammaturgia del teatro antico e dizione, presenterà una Lettura di testi scelti.

Chagall a Napoli

ChagallIl 14 febbraio sarà inaugurata la mostra “Sogno d’Amore” dedicata a Marc Chagall, presso la Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum. Per la prima volta a Napoli, la poetica magia di Marc Chagall raccontata attraverso l’esposizione di 150 opere. La mostra è ospitata nella cornice della la Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum di Napoli, sarà visitabile dal 15 febbraio.

Organizzata e prodotta dal Gruppo Arthemisia, vede come partner istituzionale il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, si avvale del patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli, è sotto l’egida dell’Arcidiocesi di Napoli, e in sintonia con la PFTIM – San Luigi – Napoli, Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, della Rettoria della Basilica di S. Maria Maggiore alla Pietrasanta e dell’Associazione Pietrasanta Polo Culturale ONLUS.“

Corso di Architettura – Iscrizioni entro il 15 gennaio 2019

Locandina
(cliccare sull’immagine per scaricare il PDF)
Indirizzo Proposte per una nuova architettura sacra
PROGETTARE UNA CHIESA OGGI. Arte, architettura, liturgia
Il corso, proposto in collaborazione con l’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’Edilizia di Culto e con l’Ufficio Liturgico Nazionale della CEI, è destinato a tecnici progettisti, teologi, liturgisti, artisti, studiosi in genere che vogliano introdursi nelle problematiche tecniche e teologico – liturgico – artistiche inerenti alla progettazione, al recupero e all’adeguamento liturgico di un edificio di culto.
Il corso articolato in 42 ore accademiche (lezioni teoriche, incontri, attività seminariali, laboratori, gruppi di lavoro e visita guidata) si terrà da gennaio a maggio 2019 con incontri mensili (il venerdì pomeriggio del venerdì dalle ore 15:00 alle ore 19.00 e il sabato successivo dalle ore 9.00 alle ore 13.00). Il numero dei partecipanti non potrà superare le 30 unità. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 gennaio 2019.

L’intera quota stabilita per la frequenza della Scuola ammonta a € 250,00.
Le date dei corsi sono:
25 gennaio, saluti e relazioni introduttive;
26 gennaio, Architettura e liturgia: Identità dello spazio sacro e contemporaneità;
22 febbraio, I luoghi liturgici: altare;
23 febbraio, I luoghi liturgici: ambone;
22 marzo, I luoghi liturgici: fonte battesimale;
23 marzo, I luoghi liturgici: sede;
12 aprile, Porta, facciata;
13 aprile, Campanile, sagrato;
25 maggio, Visita guidata;
31 maggio, Tavola rotonda Le arti, l’architettura e la liturgia

30 novembre 2018


– dalle ore 15.00 alle ore 16,30: G. Agnisola – G. Albano – Leggere l’arte, raccontare Dio;
– dalle ore 16,40 alle ore 17,25: Presentazione libro di G. Agnisola Lo Sguardo e l’oltre da Friedrich a Rothko
– dalle ore 17,35 alle 19,05: G. Liccardo – Archeologia cristiana come risorsa (esempi, luoghi e contesti)

(cliccare sull’immagine per scaricare il PDF)

Il 1 dicembre Il Convegno su San Luigi Gonzaga

Il Convegno è inoltre valido come aggiornamento per i docenti. Per richiedere l’attestato è necessario iscriversi alla mail della segreteria dell’Istituto di Storia del Cristianesimo: segreteria@stroriadelcristianesimo.it.

(cliccare sull’immagine per scaricare il PDF)

INIZIO ANNO ACCADEMICO 2018-19

L’anno accademico della Scuola avrà inizio il giorno 16 novembre prossimo, alle ore 15,00. Le lezioni prenderanno avvio con il saluto del direttore della scuola e decano della Sezione San Luigi della Facoltà, prof. Pino Di Luccio, e una presentazione del Prof. Giorgio Agnisola, condirettore della Scuola, che spiegherà le novità dei corsi di quest’anno. Seguirà la lectio introduttiva: Caravaggio e Vermeer: all’origine della visione moderna del prof. Andrea Dall’Asta, membro del comitato scientifico della scuola.


Laboratori

  • Laboratorio di Critica d’arte
  • Laboratorio di Arte, psicologia e spiritualità
  • Laboratorio di formazione teologica per artisti

Laboratorio di Arte, psicologia e spiritualità

Approccio all’arteterapia: il colore può essere un mezzo per creare salute?

Centrando sulla relazione profonda che l’essere umano ha con il colore e le sue leggi, anche in relazione all’esperienza creativa e alla storia delle arti, il Laboratorio introduce ad un’esperienza di arteterapia, utilizzando l’arte come strumento trasversale e seminale per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza di sè, tanto nel momento introspettivo di fruizione dell’opera artistica, tanto nel vissuto spirituale di esplicita contemplazione e preghiera. Il laboratorio di 30 ore si svolgerà dal 14 al 18 gennaio 2019 e dal 18 al 22 febbraio 2019 dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

L’intera quota stabilita per la frequenza ammonta a: € 100,00. L’iscrizione deve essere perfezionata mediante la compilazione della scheda telematica rilevabile sul sito della Scuola (modulo sezione Istanze on-line sul sito www.scuolaarteteologia.it ) entro e non oltre il 15 novembre 2018.
Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a: Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, Sezione San Luigi codice IBAN IT96 Q033 5901 6001 0000 0105 514 Banca Prossima Filiale di Milano.
Per gli allievi che hanno già frequentato la Scuola e intendono iscriversi al Laboratorio la quota è di ‘ 70,00.
Particolari agevolazioni verranno riservate a coloro che risiedono ad una distanza da Napoli superiore ai 200 Km dalla sede dei corsi la quota è di € 70,00.
La mancata iscrizione ai corsi e ai laboratori entro i termini previsti comporta l’esclusione dai percorsi accademici. La regolare iscrizione a cui non fa seguito la frequenza o a cui fa seguito la rinuncia, a meno di giustificati motivi, comporta comunque il pagamento della prima rata prevista dal piano delle quote.
L’iscrizione comporta l’accettazione di tutte le norme regolamentarie di cui si dà estratto nella domanda online di iscrizione, compresa la liberatoria nei riguardi dell’istituzione accademica e della Scuola per danni, danneggiamenti, infortuni e quant’altro dovessero accadere agli iscritti e alle cose di loro proprietà durante l’attività didattica e in particolare durante le visite guidate e i viaggi e la sottoscrizione relativa alla legge sulla privacy.

Coordinazione: Giuliana Albano | Francesco Raucci
Arte Terapeuta: Maria Maddalena Stella

Laboratorio Parchi Culturali Ecclesiali

Come si realizza un Parco Culturale Ecclesiale? Quali sono in proposito le linee-guida della CEI? Quali sono le figure e le competenze degli operatori dei Parchi?

Dall’A.A. 2016/2017 la Scuola di Arte e Teologia intende rispondere a questi quesiti con un percorso di formazione specifico. Un percorso che intende sia dare i fondamenti di una formazione artistico-teologica, ecclesiale e spirituale preliminari, necessari e imprescindibili per chi voglia dedicarsi a vario titolo alla valorizzazione, promozione dei beni artistici sacri, sia fornire quelle conoscenze essenziali, teoriche e pratiche, proprie di un operatore turistico- religioso, nelle sue diverse vocazioni e attività. In tal senso la Scuola è polo formativo in Italia.

Sono in fase di progettazione due Parchi:

– Il Parco culturale ecclesiale sul territorio della Diocesi di Sessa Aurunca

– Il Parco culturale ecclesiale “Percorsi Caracciolini” a Napoli.

Il primo progetto realizzato in forma laboratoriale dagli allievi della Scuola è stato quello di un Parco Culturale Ecclesiale nella Diocesi di Chieti Vasto, ispirato da Don Emiliano Straccini, Direttore Ufficio diocesano per la Pastorale del turismo e del tempo libero della Diocesi.

Il progetto, dal titolo Terra Celeste, ha riguardato i luoghi celestiniani. E’ prossima ad uscire la relativa pubblicazione.

– Il Parco culturale ecclesiale sul territorio della Diocesi di Sessa Aurunca. (Coordinamento Diocesi di Sessa: Don Roberto Gutturiello – Roberto Saso; Coordinamento Scuola: Giovanni Di Dio)

– Il Parco culturale ecclesiale “Percorsi Caracciolini” a Napoli. (Coordinamento: Nicola Caracciolo)